• 1-copia
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21

PROMOZIONI AL BANCO

PERIODO LE NOSTRE PROPOSTE !!! PREZZO
Fino al 2 giugnoFiletto di Triglia Oceanica12.50 €/KG
Fino al 2 giugnoCrunchy Fish9.50 €
Fino al 2 giugnoFiletto di Persico Africano5.90 €/KG
Fino al 2 giugnoCarpaccio di Pesce Spada19.90 €/KG
Fino al 2 giugnoAnelli di Totano Atlantico8.50 €/KG
Fino al 2 giugnoSeppia Pulita 40up7.50 €/KG
SUPER TAGLIO PREZZO!
Fino al 2 giugnoFiletto di Gallinella9.90 €/KG
Fino al 2 giugnoGambero Argentino L113.90 €/KG
Fino al 2 giugnoTentacolo Di Polpo -30% di sconto
Fino al 2 giugnoPolpa di Capasanta Atlantica-30% di sconto
PER AGGIORNAMENTI, SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

La Ricetta del Mercoledì: Zuppa di fave e calamaretti

Un piatto unico facile da realizzare che unisce sapori di mare e di terra in un unico piatto! 

INGREDIENTI:
• 600 g di calamaretti Giopescal
• 400 g di fave fresche sgranate
• 4 cipollotti
• 1l e ½ di brodo di pesce
• ½ bicchiere di vino bianco
• 1 peperoncino piccante fresco
• 4 friselle
• olio extravergine di oliva
• sale
PROCEDIMENTO:

Decongelare e sciacquare i calamaretti sotto l’acqua corrente, tamponarli con carta assorbente da cucina e, se non sono proprio piccoli, tagliarli in due o tre pezzi.

Tagliare i cipollotti ed il peperoncino in fettine sottili.

Scottare le fave per pochi secondi in acqua bollente, scolarle, lasciarle intiepidire ed eliminare  la pellicina che le ricopre.

Fare stufare dolcemente i cipollotti in una casseruola con 4-5 cucchiai di olio e metà peperoncino: unire le fave, versare il brodo bollente e cuocere in pentola parzialmente coperta per circa 30 minuti.

Nel frattempo scaldare 2 cucchiai di olio in una padella, unire il peperoncino rimasto e i calamaretti: fare rosolare a fuoco vivace per qualche secondo, bagnare con il vino bianco e lasciare sfumare.

Unire il tutto alle fave e proseguire la cottura per altri 2-3 minuti: servire la zuppa accompagnata da friselle e buon appetito!

La ricetta del Mercoledi: Involtini di San Pietro al forno

Nella ricetta di oggi testiamo la versatilità del San Pietro che, con il suo gusto delicato, è accostato a pinoli e erbette aromatiche!

 

 

 

INGREDIENTI

• 600 g di filetti di san Pietro Giopescal
• 2 acciughe sotto sale
• 50 g di Grana Padano
• 50 g di
pinoli
• rosmarino
prezzemolo
timo
• pangrattato
limone
• olio
• sale
pepe

PROCEDIMENTO

Per preparare gli involtini di San Pietro al forno, in un tegame scaldate un cucchiaio d’olio e fatevi sciogliere le acciughe dissalate e diliscate. Cospargetele con due cucchiai di pangrattato, un ciuffetto di prezzemolo tritato, i pinoli, il Grana Padano grattugiato, un pizzico di pepe. Amalgamate il tutto aggiungendo, se necessario, un filo d’olio. Salate e pepate i filetti di san Pietro e farciteli con il composto preparato.

Arrotolateli su se stessi, fermateli con uno stecchino di legno e disponeteli in una pirofila spennellata d’olio. Aggiungete rosmarino, prezzemolo, timo tritati, spruzzate il succo del limone filtrato al colino. Ponete in forno caldo a 180° e cuocete per circa 15 minuti. Ritirate gli involtini di San Pietro al forno, fate riposare 10 minuti e servite.

Buon appetito!

 

 

CREDITS: Cucchiaio.it

Giopescal

Giopescal inizia la propria attività ai primi del '900 con il commercio ambulante di pesce fresco di pesca locale, presto trasformatosi in commercio in sede fissa con banco presso il mercato ittico di Genova. Verso la metà degli anni '30, grazie all'intensa attività di collaborazione tra i soci fondatori Pietro Calcagno e Giovanni Giolfo, l'azienda inizia ad applicare su scala industriale la tecnica del freddo per la conservazione dei prodotti ittici. Qualità, freschezza e ampia scelta dei prodotti sono i nostri punti di forza!!

fao

Zone FAO

Planisfero con l'individuazione delle zone FAO per la pesca.

Leggi tutto
conservare surgelato

Prima Regola

L'accorgimento basilare è non spezzare la catena del freddo.

Leggi tutto
scongelare

Prima Regola

La prima regola è: mai scongelare e ricongelare un prodotto crudo.

Leggi tutto